Archivio mensile:novembre 2014

Ciao…

Non posso dire che ti conoscevo bene, ma chi è conosciamo veramente in fondo?
Eri una persona semplice e buona, questi sono elementi sufficienti per poter dire che è un peccato che tu non ci sia più e che mi mancherai.
Ci vuole del tempo per rendersene conto, domani torneremo a lavoro, e nonostante tutti ci comporteremo normalmente, nel cuore continueremo a piangere la tua assenza.
Quando qualcuno se ne va, le vite delle persone collegate ad esso cambiano.
Il destino riprende a girare cercando un nuovo assetto e un nuovo equilibrio, affinché tutto continui ad andare avanti.
La perdita di qualcuno inevitabilmente porta a riflettere su noi stessi.
Viviamo le nostre vite come non ci fosse un domani, per il futuro mettiamo da parte il presente, e rimandiamo desideri, sentimenti e sogni.
Gli animali vivono costantemente pensando alla morte, e per questo si adoperano soltanto per la sopravvivenza.
L’essere umano si è evoluto quando ha iniziato a pensare al futuro, mettendo da parte la consapevolezza della suo non essere eterno.
E’ forse il rovescio della medaglia per essere quella specie che definiamo “intelligente.”
Il tempo è un illusione, non lo possediamo, l’unica cosa che è veramente nostra è il presente, e l’unica cosa che conta nella vita sono l’affetto delle persone di cui decidiamo di circondarci.
L’amore è la vita stessa.
Sono sicuro che sei stato una persona amata.
Io non sono in grado di capire a fondo il dolore di una perdita, né di entrare in empatia con il dolore delle persone chi ti hanno amato, ma so che hai delle figlie molto forti, che sicuramente continueranno a renderti fiero di loro, ovunque tu sia ora.

Ciao Luigi.

01958_hexillus_1600x1200